The Silent Scream (Grido silenzioso) - Aborto. Spezzoni documentario dott. Bernard Nathanson 1984

Questo video riproduce alcune parti del 'documentario' che lo statunitense Bernard Nathanson volle, risalita la china fino a sua onestà, realizzare nel 1984 per dichiarare apertamente quello che realmente avviene durante un aborto. Agli inizi della sua 'carriera' di medico schierato dalla parte delle donne che a tutti i costi vogliono abortire e alla loro 'libertà' di scelta, arrivò a praticare 75.000 aborti. Di cui il primo sferzato ai tempi che la sua mano uccise il suo stesso figlio nel grembo della madre. Nel 1968 fu uno dei fondatori negli Stati Uniti della "National Association for the Repeal of the Abortion Laws" (NARAL), Associazione Nazionale per l'Abrogazione delle Leggi sull'Aborto. Titolo "The Silent Scream" (IL grido silenzioso), indica già che qualcosa di oscuro in agguato pronto a colpire si sta scatenando sulla povera vittima, 'colpevole' soltanto di non essere ancora nata o di non aver visto ancora la luce perché quel grido si possa anche sentire e non solo di ferocia intuire attraverso le immagini di un ecografo.

L'introduzione al documentario, avverte le immagini essere piuttosto forti poiché purtroppo corrispondenti alla realtà di un aborto vero e proprio, consigliando la guida dei genitori per la visione da parte dei minori d'età.

L'ex aborzionista, Bernard Nathanson, preparerà poi lui stesso alla 'rappresentazione', che filmò a fini sia educativi e di divulgazione perché si conoscano i fatti reali di come stanno le cose, addentrandosi in modo graduale nell'argomento e spiegando i vari passaggi perché si possa pervenire all'oggettiva consapevolezza di cosa sia effettivamente un aborto onde se ne possa prevenire l'ulteriore ripetersi. Sostanzialmente un omicidio, fatto passare per "diritto fondamentale della donna". La reazione del nascituro nel grembo della madre la dice lunga. Nella violenza dei colpi a ridosso ricevuti, come tentando di ritrarsi da quel corpo estraneo e contundente che avverte con violenza volerlo aggredire, il nascituro emette quel "grido silenzioso" di terrore. Che gli si dipinge in volto e manifesta con quell'attimo infinito degli occhietti cerchiati e la bocca ancor più, spalancata figurantesi come in gelido grido, nello spasimo dell'angoscia più totale e 'definitiva', scagliata con la massima ferocia dalla lobby assassina in campo e avidamente imperterrita nella corsa massona senza traccia di scrupoli.

Naturalmente a seguito di questo filmato come anche delle dichiarazioni in altre occasioni divulgate dal dott. Bernard Nathanson dopo l'epica svolta della sua carriera, si scatenarono le proteste di quanti ancora praticavano impropriamente la professione, a favore dell'aborto. Continuando costoro ad argomentare premeditatamente su cavilli e a negare l'evidenza del vero e proprio macello di esseri umani che andavano propinando come approdo alla 'libertà'. Che anche qualora non fosse eseguito con orribili uncini, forche o tenaglie, ma con una soluzione portentosa dall'effetto immediatamente risolutivo, resta per l'appunto e, di fatto, pur sempre il delitto più efferato qual è della peggiore depravazione e scelleratezza disumana, possa il nascituro 'permettersi' capace di gridare oppure no. Che, all'occhio più o meno attento se anche appaia silenzioso, verosimilmente possibile o rasente l'inverosimile, il grido immane arriva per intero fino ALL'Orecchio Dell'Amorevole IDDIO Che Si Muove A Pietà e non passerà inosservato un obbrobrio del genere Per Divina Sua Portentosa Giustizia Che Soccorre i deboli, Rinfranca i cuori, Ristabilisce gli oppressi e Ricopre Di Misericordia i poveri afflitti, depredati e miseramente inermi, quali ferocemente ma solo apparentemente strappati alla Vita.

Autore eclidor
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!