Jonny stecchino.. Assassino!!

Nei film di produzione italiana era molto difficile trovare, fino alla fine degli anni 80, parolacce o espressioni di uso comune e volgare dette esplicitamente. Johnny Stecchino, celeberrimo cortometraggio magistralmente interpretato da Roberto Benigni e da sua moglie Nicoletta Braschi, rappresenta in un certo senso uno dei primi film dove una parola, ormai divenuta "normale" e sdoganata, viene detta in modo appropriato e liberatorio, la parola è "vaffa".

La scena dove viene pronunciata è quella del teatro, dove il finto Johnny Stecchino si trova in compagnia di Maria, moglie del vero Johnny Stecchino, e si assiste ad un linciaggio verbale da parte della platea, di chiaro stampo mafioso, all'indirizzo di Johhny Stecchino in quanto pentito di mafia. Roberto Benigni, nei panni di Dante (perfetto sosia di Johnny Stecchino), fraintende il senso della discussione, e pensa che la platea si riferisca alla banana, che aveva inavvertitamente preso al bar del teatro senza averla potuta pagare.

Giuseppe Viola, comparsa di questa scena, per 3 volte pronuncia la famosa parola "As-sas-si-no" all'indirizzo dell'ignaro Dante/Johnny Stecchino, e per 3 volte il nostro Robertone Benigni incassa l'apprezzamento senza reagire. Quando Dante mette la mano in tasca, si scatena il finimondo in platea, la gente fugge pensando che Dante stia per estrarre una pistola, mentre invece prende la famosa banana.

E si giunge alla famosa scena, Dante prende un bel caspo di banane e si sente battere sulla spalla, si gira e si ritrova il signore che gli dice per la quarta volta   "As-sas-si-no", Dante finalmente si ribella replicando con un liberatorio "Ma Vaffa", che chiude definitivamente la bocca al rompiscatole.

Grandissimo successo commerciale di questo film, che inizialmente aveva suscitato una tiepida accoglienza da parte della critica, ma che viene giustamente giudicato, con il passare degli anni, come uno dei migliori film interpretati dal sempre imprevedibile Roberto Benigni.

Autore edsf
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!