Coach Carter - scena: "La nostra più grande paura"

Dagli Stati Uniti in collaborazione con MTV Films, Paramount Pictures presenta 'Coach Carter', un film del 2005 tratto dalle vicissitudini di pochi anni prima realmente accadute a Ken Carter, ex giocatore di pallacanestro divenuto allenatore in una scuola americana di una squadra di basket cui facevano parte ragazzi economicamente molto svantaggiati inclini alla delinquenza.

Ken Carter che voleva spingere a tutti i costi l'istruzione come leva per raggiungere le qualifiche atletiche, rendeva al contempo capaci i suoi allievi di raggiungere anche le mete di riscatto nella vita di tutti i giorni. Per questa ragione molto criticato dai media e dall'intera comunità, specie dopo aver ritirato dai giochi la sua squadra vincente perché quindici dei suoi giocatori avevano un pessimo rendimento scolastico.

Dopo le prime sventure e peripezie, i suoi stessi allievi per primi riuscirono a trovare in lui un modello motivo d'ispirazione secondo cui poter anche costruire un avvenire meno avverso rispetto a quello fatto di combriccole malavitose, droga e scorribande, attraverso la fatica dell'allenamento senza dimenticare la solidità di una buona cultura e istruzione.

L'allenatore Ken Carter è interpretato nel film dall'attore Samuel L. Jackson con la regia di Thomas Carter. Tra i ragazzi che giocano nella squadra di pallacanestro, l'attore Rick Gonzales nei panni di Timo Cruz in primo piano nel video mentre dedica il discorso al coach.

Le parole di questo discorso sono un estratto di un brano del libro 'A Return to Love' dell'americana Marianne Williamson, che, così si dice, con questo brano sia stata d'ispirazione anche al Presidente sudafricano e Premio Nobel per la pace Nelson Mandela in uno dei suoi discorsi politici, o per qualche analogia spesso erroneamente attribuito a quest'ultimo.

Autore eclidor
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!